Schiavone:”Contro il Foggia non mi accontento del punto”

0
17 views

Rientrato da un viaggio d’affari in Romania, dopo aver presenziato al varo della “Freedom” a Venezia, Sergio Schiavoni è pronto per affrontare la trasferta di Foggia. Dove, si augura, l’Ancona dovrà tentare il colpaccio. “Io non mi accontento del punto – esclama il presidente onorario biancorosso – al contrario, bisognerà provare a vincere a Foggia. Per carità, si tratta di un campo molto ostico, considerando che loro in casa non hanno mai perso. Ma noi abbiamo l’obbligo di provarci. Insomma, veniamo da una settimana molto positiva, siamo reduci da una vittoria sul Perugia che ci ha dato morale e convinzione. E’ nostro dovere dare continuità alla classifica. Oltretutto, l’Ancona ha dimostrato di sapersi confrontare molto bene con squadroni blasonati. Il Foggia è uno di questi: sono certo che i nostri giocatori sapranno trovare le energie giuste e sforneranno una bella prestazione”. La strigliata di una settimana fa evidentemente ha fatto bene alla squadra. “Ogni tanto un richiamo ci vuole – spiega Sergio Schiavoni – d’altronde la società è sempre stata paziente e fiduciosa in una ripresa. Da un po’ troppo tempo, però, i risultati non arrivavano. Ci siamo fatti sentire, spero che il capovolgimento ci sia stato”. Schiavoni non ha dubbi: a Foggia bisognerà impostare una gara tutto ritmo e agonismo. “Dobbiamo giocare come domenica, badando a non prendere gol, ma pensando anche a proporci in attacco con Nassi, che sta crescendo, e Mendil, che mi auguro ritrovi la forma di un tempo. Poi abbiamo Docente e Staffolani che ci daranno una grossa mano a partita in corso. Non dobbiamo temere nulla. Ci vorrebbe solo un pizzico di fortuna per portare a casa i tre punti”. Magari approfittando del momento poco felice attraversato dal Foggia. “So che hanno avuto dei problemi all’interno dello spogliatoio: buon per noi – conclude Schiavoni – partiremo con un vantaggio psicologico da sfruttare”. Suona la carica anche il presidente Franco Fedeli, che tuttavia oggi non potrà essere presente a Foggia per motivi di lavoro. “Mi terrò in costante contatto telefonico con i miei collaboratori. A Foggia voglio un’altra vittoria – attacca -. Loro non hanno mai perso in casa? Beh, c’è sempre una prima volta… Ho parlato col diesse Marcaccio, mi ha detto che la squadra, nonostante qualche assenza, è motivata e fisicamente a posto. Poi al Foggia manca mezza difesa, bisogna assolutamente approfittarne. Mi aspetto una prestazione importante. A differenza di altre partite in trasferta, stavolta sono molto fiducioso: non dobbiamo temere l’avversario, andremo allo “Zaccheria” per fare il colpaccio. Il punticino ormai non ci serve più, equivale a una mezza sconfitta. Se riusciremo a vincere – conclude Fedeli – saremo a metà del nostro cammino verso la salvezza”.

Fonte: Corriere adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui