Sei squadre in fuga in attesa delle penalizzazioni

0
17 views

C�� voluto ben pi� di mezzo campionato per spezzare l�equilibrio ma alla fine � successo. La classifica si � divisa in due tronconi, due pezzi che distinguono ed al contempo infiammano la lotta play off e la corsa salvezza. Basta dare un�occhiata rapida alla classifica per individuare le sei battistrada che hanno lasciato la compagnia del plotone per giocarsi la volata alla serie B.

モCredo proprio che saranno queste sei a giocarsi promozione diretta e play offヤ
ha sottolineato Capobianco nel post partita di SantメAntonio Abate, commentando gli effetti del successo esterno contro la Juve Stabia. Favorite per la prima posizione restano le tre grandi di questo girone, quelle costruite per vincere. Stiamo parlando del Gallipoli del presidente Barba, dellメArezzo e del Benevento, reduce da una sconfitta interno ma comunque rinfrancato dalla cura-Soda.

Tra questa la scheggia impazzita, la mina vagante, � costituita dal Crotone, una squadra a dir poco sorprendete, data da tutti per morta ma ancora li a sognare la vetta. Prima la crisi societaria, poi la cessione di alcuni calciatori titolari non hanno inciso sul rendimento dei rossoblu anche se, va detto, la buona sorte in questo torneo sorride a trentadue denti alla formazione di Moriero, basti pensare alle ultime due gare, due successi contro Cavese e Benevento ottenuti nei minuti finali della partita grazie ad una mischia in area e ad una clamorosa papera del portiere.

La fortuna per� bisogna anche sapersela cercare e un plauso in tal senso va fatto alla tenacia ed alla grinta degli uomini di Moriero. In coda al �gruppetto�delle fuggitive (mutuando una terminologia ciclistica) Foggia e Cavese si limano le ruote nel tentativo di superarsi tra loro. Il Foggia avr� domenica la prima possibilit� di effettuare il sorpasso (anche se al momento si trova gi� al di sopra dei metelliani perch� in vantaggio negli scontri diretti). Allo Zaccheria arriva la Pistoiese orfana di Cipolla (passato al Foligno) ma con un Artistico in pi�. Il piccolo attaccante costituisce un costante fastidio per le difese avversarie ed il Foggia ne sa qualcosa per averlo bloccato ad inizio torneo quando indossava la maglia della Juve Stabia.

A rendere pi� difficile la gara si mette anche il cambio di tecnico in casa arancione. Via il dimissionario Polverino dentro l�ex juventino Moreno Torricelli che, seppur in quattro giorni, prover� a ridare smalto alla Pistoiese. Al contempo la Cavese far� visita al Real Marcianise, definita a giusta ragione l�ammazza grandi (sono cadute sotto i suoi colpi l´Arezzo ed Il Foggia. Pareggio casalingo per il Benevento). Il Foggia, per�, far� bene a concentrarsi solo sulla sua gara per non incappare in sgradevoli sorprese, magari facendo forza sul gruppo, quell�elemento che sembra essere uscito rinforzato dal mercato di riparazione.

�Solo in Serie A le grandi individualit� fanno la differenza �ammonisce Novellinelle serie inferiori non esistono i �Maradona� di turno ma solo l�abnegazione e la voglia di emergere. Alcuni calciatori hanno deciso durante il mercato di intraprendere strade differenti dal Foggia ma io sono contento di quello che ho a disposizione. Spesso i calciatori di fama non hanno i presupposti per giocare in questa categoria. Meglio allora un ragazzo della primavera con tanta voglia di mettersi in mostra e che dia soddisfazione all�allenatore attraverso il lavoro�.

Insomma, sulla griglia dei play off c�� davvero tanta carne da cuocere, in attesa delle decisioni della giustizia sportiva e delle penalizzazioni che da qui a breve potrebbero nuovamente stravolgere le forze in campo.