Si chiude ASSIST. Appuntamento a fra sette giorni

0
44 views

Presenti in studio, tra gli altri, Alejandro Da Silva, Tonio Sepa, Massimo Marsico, il consigliere comunale Nino Derogatis e come di consueto Enrico Ciccarelli e Roberto Zarriello. Arriva Marco D´adduzio in studio e si presenta il sondaggio. D´Adduzio esordisce dicendo: “Allo stato attuale delle cose non c´è la possibilità di una convivenza fra noi e il presunto acquirente, nella fattispecie l´Ing. Vacca”. Ora però si parla di calcio giocato. La parola a Da Silva che dice: “Dopo l´exploit della prima parte della stagione, ho avuto un calo del quale sono io il primo ad esserne consapevole. Ora però sto meglio, e sono a disposizione. Comunque rispetto così come ho sempre fatto le decisioni del mister” . Aggiunge D´Adduzio: “Quando il Foggia attacca fa paura, quando bisogna difendersi ci fa un pò soffrire. Comunque anche ieri ho visto grande determinazione nei ragazzi”. Aggiunge Marsico: “Ora il calendario ci è favorevole, ma questa squadra ha delle difficoltà in fase realizzativa. Ma il dato positivo è che comunque si è ben comportato in due trasferte impegnative come quella di Pesaro e Benevento”. Osserva Sepa:”E´ da sottolineare la grande prova della difesa. Abbiamo rischiato poco là dietro con degli ottimi Creanza e Mengo”. Intanto si apprende che nel corso della puntata potrebbero arrivare delle notizie positive dal fronte societario. Ad ASSIST spazio al calcio giovanile. Sulla tribunetta è sopite la Nuova Daunia. Da Silva sta per essere premiato per il miglior gol della prima parte della stagione. In onda le immagini di tutte le sue marcature. Aggiunge il paraguayano “In questo periodo di digiuno ho imparato molto; mi innervosivo ma grazie ai cmpagni ho capito che dovevo rimanere tranquillo”. Ed ora si passa a parlare di società: “Quella di stasera è stata una riunione improvvisata. Si è conclusa intorno alle 20:40. Le parti si rincontreranno, fermo restando che l´obiettivo rimane quello di traghettare il Foggia in mani sicure. Noi vorremmo restare, se poi gli acquirenti tirati in ballo da Vitale non ci vorranno, vorrà dire che cederemo (in cambio di soldi) le nostre quote. Fermo restando che siamo convinti ed è nell´interesse di tutti tirar fuori dai guai il Foggia. Noi non abbiamo assolutamente intenzione di vendere, perchè siamo nelle condizioni di continuare a gestire il Foggia Calcio”. Ora spazio alle telefonate. Leonardo mette in evidenza l´eccessiva presenza negli studi televisivi dei dirigenti, cosa che, a parer suo, fa male al calcio e ai tifosi in generale. Antonio, invece, auspica che le cose vadano in maniera tale da far rimanere il Foggia in mano ai foggiani. Chiude d´Adduzio che esamina la situazione del Foggia dal punto di vista tecnico: “Malgrado le precarie situazioni societarie abbiamo ottenuto dei buoni risultati e se quest´anno non ci fossero state sfortuna ed infortuni avremmo potuto puntare ad un altro grande campionato”. E´ il momento dei saluti finali. ASSIST vi dà appuntamento a fra sette giorni.