Si chiude ASSIST. Tutti speriamo in uno Zaccheria gremito mercoledì.

0
18 views

E´ da poco iniziata un´imperdibile puntata di ASSIST. In studio,oltre a Marco D´Adduzio che illustrerà il suo piano per salvare il Foggia, ci sono Peppino Baldassarre, Emanuele LoSapio e Gianni Pitta (presidente del Lucera). Conducono Lello Scarano e Tatiana Bellizzi, come di consueto presenti anche Enrico Ciccarelli e Roberto Zarriello. Stasera eleggeremo (con i voti dei nostri utenti) il gol più bello. C´è ancora la possibilità di votare sul nostro sondaggio. In onda le imamgini delle tre prodezze finaliste di Da Silva, Del Core e De Zerbi. Si esprimono anche gli ospiti in studio; quasi tutti concordi gli ospiti in studio che esprimono il proprio favore verso il gol di Da Silva. Baldassarre non può fare a meno di citare la punizione di De Zerbi in Foggia-Crotone di ieri. Stasera chiude anche il Top rossonero; serata di verdetti, insomma. Ammirando la galleria fotografica, ci si sofferma sull´immagine di Marino che abbandona il campo. Filtrano voci di mercato. Marino all´Arezzo, seguito da Del Core e De Zerbi? Intanto arriva il verdetto per il Top Rossonero; ha vinto Lillo Catalano. Dice LoSapio: “Credo che stato proprio lui il migliore quest´anno, anche se c´è da rimarcare il grande impegno di Umberto Del Core. Ma per tutti credo faccia testo la stagione prima del termine del 6 Aprile”. Pitta aggiunge Brutto, D´Adduzio cita il “giovane interessante” Creanza. Per Enrico Ciccarelli importante anche l´apporto di Da Silva, la vera novità della quale ne sentiremo parlare. Baldassarre esprime le sue sensazioni sulla partita di ieri: “E´ da qualche domenica che sono preparati al peggio. Prima o poi il Foggia rinascerà, ne sono sicuro”. Arriva il momento di descrivere il modo in cui aiutare l´operazione SalvaFoggia messa in piedi da Marco D´Adduzio e dalla sua Sportime srl; ci sono tre modi per farlo. Prima le parole di d´Adduzio però che dice: “Vogliamo gestire la società in maniera razionale, così come si gestisce una squadra di serie C1. Se poi subentrerà qualcuno che ha la possibilità di fare di più, siamo pronti a farci da parte. Per ora noi siamo l´unica speranza di salvezza del Foggia”. Ecco i tre modi per aiutare il Foggia. (Vi ricordiamo che i dettagli verranno pubblicati dopo la trasmissione sul nostro sitO): 1) acquisto del tagliando per la partita del cuore che siterrà mercoledì 10 allo Zaccheria con inizio alle 17-. Vi parteciperanno attuali giocatori del Foggia, vecchie glorie ed alcuni giornalisti 2)Un contributo volontario tramite bonifico presso un conto corrente aperto nella sede di Foggia della banca Monte dei paschi di Siena 3)acquisizione di quote di 200 euro sottoscrivibili presso il notaio Caiola. D´Adduzio intanto ringrazia chi lo ha contattato telefonicamente (393.9329929) per chiedere informazioni, poi specifica che nel caso in cui questa operazione non andasse a buon fine il tutto sarebbe restituito. “Arrivare in lega con una società composta da imprenditori e tifosi sarebbe una cosa importantissima. Chiediamo a tutti di darci la possibilità di lavorare”. Aggiunge Enrico Ciccarelli: “La federazione deve capire e tenere conto del comportamento del pubblico foggiano dopo il fallimento.” Interviene telefonicamente Vincenzo Casillo che dopo aver lodato l´iniziativa di Vincenzo Casillo da San Severo che chiede se effettivamente il Foggia vanta un credito in lega. “Il tutto dipende dall´acquisizione di quei contratti che appartengono alla parte attiva.Bisogna-aggiunge D´Adduzio azzerare il tutto e ripartire”. Abbandona lo studio Enrico Ciccarelli che, in diretta televisiva si rende partecipe dell´operazione Salviamo il Foggia. Interviene telfonicamente Vincenzo da Carapelle che sensibilizza tutto l´ambiente ad unirsi per salvare il Foggia: “Facciamo dei sacrifici per ripartire dalla serie C1. Dimostriamo all´Italia la nostra dignità e il nostro attaccamento”. Dice Gianni Pitta: “Bisogna abolire la cultura del sospetto e cooperare a questa iniziativa”. Arriva una telefonata del signor Roberto, che si dimostra leggermente più scettico nei confronti della iniziativa messa in atto da D´Adduzio. Risponde l´imprenditore foggiano: “C´è un problema di fondo. Bisogna affrontare un problema alla volta. Giovedì è alle porte. Se non proviamo e non risolviamo questa questione, non potremo pensare ai problemi futuri”. L´onorevole Enrico Sannoner interviene telefonicamente e propone: “Tutti i candidati dovrebbero rinunciare a 1000 manifesti elettorali e in cambio dare il contributo al Foggia”. Con l´augurio di vedere uno Zaccheria gremito mercoledì alle 17, si chiude questa lunga ed importantissima puntata di ASSIST.