Si chiude la ventinovesima puntata di ASSIST

0
28 views

E´ da pochi istanti partita la ventinovesima puntata di ASSIST. Ospiti in studio (per ora) Pino Lo Nigro (assessore risorse umane), Lino Zingarelli e in tribunetta rappresentanti dell´Ordona Calcio. Presenti, come di consueto, Tatiana Bellizzi, Enrico Ciccarelli e Roberto Zarriello alla consolle informatica. Subito una notizia: nel posticipo Lanciano-Crotone 0-1. Prima di iniziare i commenti alla gara si ricorda con un applauso il secondo anniversario della morte di Piero La Salandra. Dice Lo Nigro: “la gara di ieri ci fa capire quanto sia difficile questo campionato. L´Aquila era l´ultima in classifica, ma ha venduto carissima la pelle. Aggiunge Zingarelli: “L´Aquila vincendo ieri avrebbe raggiunto la zona play-out, quindi non può considerarsi una squadra materasso. Credo che la deconcentrazione e l´approccio sbagliato sia figlia della precaria situazione societaria. Non è positivo, ma umano dopo le settimane che hanno vissuto. Questa partita ci ha restituito un ottimo Da Silva, e questo è assai importante. Ieri era ben visibile la sua voglia di riscatto. Peccato per De Zerbi che sara squalificato, forse per due giornate. E´ un giocatore che dà qualità ma che soprattutto è molto temuto dagli avversari, perchè può creare superiorità numerica”.Tutti concordi: grande assist di Catalano per il gol decisivo di Da Silva e giusta l´espulsione del pur provocato De Zerbi. Il paraguayano Da Silva riconosce che “Assist mi porta fortuna (è stato ospite lunedì scorso, ndr) anche se non era importante l´autore del gol. Non ho mai perso fiducia in me stesso, ho lavorato tantissimo e oggi (ieri, ndr) sono arrivati i frutti. Dedico il gol a tutti coloro i quali hanno avuto fiducia in me, in particolar modo ai compagni e lo staff tecnico”. Intanto ha raddoppiato il Crotone a Lanciano. In studio arriva anche Emanuele Losapio (La Grande Provincia), e viene concesso spazio agli ospiti della tribunetta: l´Ordona Calcio appena promosso in seconda categoria. Gli auguri e i complimenti degli ospiti di ASSIST. Per ciò che riguarda la situazione societaria c´è da rimarcare che si sta andando verso la soluzione più per inerzia, con la stanchezza dei diretti interessati. Aggiunge Losapio “Per quelle che sono le informazioni in mio possesso, domani dovrebbe esserci la cessione del 20%, siglata alla presenza del notaio Caiola. Poi la partenza per Roma. Occorre velocità perchè i tempi tecnici sono ristretti”. Sembra che Vitale abbia espresso apprezzamenti per il gruppo del 20% che in queste ore si sia reso molto più disponibile. Commenta Zingarelli: “In tanti anni la nostra fiducia non è stata ripagata. Ora bisogna innanzitutto presentare garanzie ai giudici per evitare il fallimento. Poi occorrerà conoscere i nuovi proprietari e conoscerne i programmi per aver un giudizio complessivo”. Afferma lo scettico Ciccarelli: “A mio avviso bisogna rimanere con i piedi per terra. La nostra è una squadra blasonata e per rispetto al suo passato bisogna andare con i piedi di piombo”.Prudente anche Zingarelli: “Allo stato attuale o si fallisce o si finisce in mano di imprenditori non foggiani. Questa città non è in grado di offrire una classe imprenditoriale n grado di rilevare una squadra di calcio di c1”. Torna sul calcio giocato il tifoso Antonio che interviene telefonicamente, auspicando un cambio (un pò difficile a detta degli ospiti, ndr) di modulo da parte di mister Marino. Francesco invece condanna quanto accaduto al termine dell´incontro con L´Aquila con le ingenerose accuse rivolte a Pasquale Scirano. Concordano con il tifoso intervenuto in trasmissione gli ospiti in studio. Prima dei saluti finale un occhio al Pagellone e al Top Rossonero, due calssifiche che per il momento sono guidate da Catalano e Creanza. E´ il momento dei saluti finali. Quando ASSIST tonerà, sarà la puntata numero 30.