Squadra affidata a Fiorucci, il nuovo tecnico non prima di martedì

0
21 views

Tutto è cominciato domenica dopo la sconfitta di Gela. Un ko che poteva starci visto che i siciliani non hanno mai preso gol tra le mura amiche in questo campionato. Sconfitta però che non è stata digerita per come è avvenuta: senza gioco, con una squadra nervosa e con due esclusi (Scarpa e Stefani) che non potevano esser messi fuori in quel momento delicato. Ecco quindi la goccia che ha fatto traboccare il vaso, o meglio sboccare i tifosi, che mercoledì, nel ritorno di Coppa col Napoli, hanno manifestato tutto il proprio malcontento nei confronti di Rumignani, allenatore mai ben visto dalla piazza, specie per il suo modo di intendere e gestire lo spogliatoio. Contestazione forte, costante, che non poteva passare inosservata e così subito dopo la gara con i partenopei summit tra alcuni soci per trovare le prime soluzioni. Giovedì mattina, però, Rumignani è ancora l´allenatore del Foggia e si presenta all´allenamento previsto a Lucera; nulla fa pensare che sarà lui a lasciare la barca, decisione invece che arriva nel tardo pomeriggio, con lo scarno comunicato della società che annuncia le sue dimissioni, anche se in molti pensano che la decisione sia stata presa di comune accordo con la società. Si attende il nome del sostituto: Ammazzalorso, Pace, Glerean, Ussia e Simonelli i maggiori candidati, ma nulla si farà prima di inizio settimana; a tal proposito occhi ben aperti domenica sulle tribune dello Zaccheria, il prossimo allenatore del Foggia potrebbe esser proprio lì per vedere il gruppo che andrà a prendere. Intanto la squadra è stata affidata a Silvano Fiorucci(nella foto), secondo di Rumignani e non nuovo a queste situazioni, che con ogni probabilità andrà in panchina nella gara contro l´Acireale. A lui il difficile compito di preparare una gara delicata quanto fondamentale per la classifica del Foggia.