Teramo a Foggia con il 4-4-2, in campo le riserve

0
19 views

C’è di nuovo la Coppa Italia per il Teramo impegnato alle ore 15 allo Zaccheria di Foggia. E’ l’andata dei quarti di finale, il ritorno si giocherà al Comunale mercoledì 28. Per un giorno il Teramo mette da parte il campionato e le recenti delusioni che hanno gettato nello sconforto la maggior parte dei tifosi e si concentra sulla Coppa. «Ovviamente ci teniamo a fare bella figura, vogliamo arrivare alla semifinale», ha detto il tecnico Fiorucci. Per lui è una gara particolare, è infatti l’ex di turno, molto amato e stimato dai tifosi del Foggia. «Lo scorso campionato abbiamo vissuto tutti insieme una bella avventura, a Foggia ho lasciato un ottimo ricordo perchè siamo riusciti a svolgere un buon lavoro, tutti hanno apprezzato i miei sforzi e quelli della squadra. Sono certo che alla fine di questa stagione sarà così anche a Teramo. Con il Manfredonia è stato solo un brutto scivolone che non si ripeterà più». Ieri Fiorucci alla ripresa degli allenamenti ha tenuto a rapporto la squadra per un’ora e mezza nel chiuso dello spogliatoio, quasi un “conclave” per parlare dei tanti errori commessi dai giocatori, soprattutto in difesa. Magari il tecnico avrà anche parlato dei suoi errori, delle assurde scelte che hanno confuso ancora di più le menti già annebbiate dei giocatori. Di certo Fiorucci lunedì avrà riflettuto, solo soletto nella quiete di Città di Castello, sulle scelte tecnico-tattiche fatte domenica, su quell’inspiegabile e improponibile 3-4-3 che certamente non vedremo più. Si spera! Ed infatti oggi a Foggia il tecnico si affida al 4-4-2 formato da Scarabattola in porta; Bono, Cascone, Radi, Schettino in difesa; Favasuli, Andreulli, Capodaglio, Pokleka a centrocampo; Baldi e Amodeo in avanti; in panchina ci saranno Paoloni, Silvestri, Criaco, Levacovich, Thiago, Romano, Niscemi; non convocati Myrtaj, Migliaccio, Gargiulo, Grimaldi, Catalano, Filippi, Maury, Margarita, Turienzo. Magari i nove biancorossi che restano a casa cominceranno già a pensare alla difficile trasferta di Salerno dove il Teramo sarà chiamato ad un pronto riscatto contro la rilanciata Salernitana, ma dovrà farlo senza Favasuli e Niscemi squalificati per una giornata dal Giudice Sportivo dopo le espulsioni rimediate domenica scorsa. Pesante l’assenza di capitan Favasuli. La squadra parte questa mattina per Foggia. Il quadro completo dell’andata dei quarti di finale prevede, oltre a Foggia-Teramo che sarà diretta da Ferraioli di Nocera Inferiore, Cremonese-Lucchese: Russo C. di Nola, Cuneo-Bassano: Prato di Lecce, Gallipoli-Sorrento: Giancola di Vasto.

Fonte: Il Tempo.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui