Ternana: Cardona aggredito da due teppisti

0
24 views

Un´aggressione vile, codarda. Rivolta ad un giocatore della Ternana, ternano e tifoso rossoverde. Si sono avvicinati in due, a volto coperto. Poi lo hanno colpito con un casco. Antonio Cardona è stato aggredito da due teppisti non ancora identificati, lunedì sera. Sulla vicenda al momento vige il più totale riserbo, tanto che lo stesso giocatore ternano pare non sia intenzionato a sporgere denuncia.

I FATTI

Lunedì sera Antonio Cardona percorre la strada principale che porta a Cospea. Viene avvicinato dai due aggressori che sono a bordo di un motorino. Il passeggero, senza proferire parola, lo colpisce alla testa con il casco. Sarebbero poi seguite accuse di scarso impegno rivolte al giocatore e al resto della squadra.
E come tutti i codardi, la fuga dei due aggressori, sempre a volto coperto. A distanza di qualche ora il bravo centrocampista della Ternana (una delle poche note positive del campionato rossoverde) ha scelto di ricorrere alle cure dei medici. Molto probabilmente non giocherà la trasferta di Foggia.
Non è chiaro il movente che avrebbe condotto al vergognoso gesto. Un gesto da condannare anche nel caso in cui ad esser aggrediti siano giocatori o dirigenti dal rendimento mediocre. Cardona, da tutti i tifosi apprezzato per l´impegno e l´attaccamento alla maglia, è uno dei pochi a poter vantare un rendimento al di sopra della sufficienza, eppure è stato colpito. Non è ben chiaro chi possa giovarsi di un´aggressione ad Antonio Cardona. Non giova certamente ai tifosi, organizzati e non, che unanimemente hanno riconosciuto in Cardona un punto di riferimento per l´impegno e la grinta che ogni domenica mette in campo. E non giova certamente allo spogliatoio, perchè se viene colpito Cardona allora nessuno può sentirsi al sicuro.

TUTTI IN RITIRO

La società rossoverde ha deciso di mandare la squadra in ritiro, in vista della partita di Foggia. Va detto che la decisione potrebbe ripetersi prima di ogni gara fino al termine del campionato

Fonte: Sporterni.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui