Tifosi illusi e poi delusi, 2-2 allo Zaccheria

0
118 views

Un Foggia frizzante nella prima frazione di gioco, viene ribaltato da un Livorno arrembante e senza idee. Un autorete di Di Gennaro ed un goal di Kragl hanno illuso i tifosi rossoneri, poi � subentrata la paura e l�ex Gori che ne segna due mostrando allo Zac la sua maglia, finisce 2-2 con rimpianti ed interrogativi sull�immediato futuro. Molti tifosi rossoneri hanno ormai perso la speranza.

Grassadonia stupisce un po� tutti con le scelte sulla formazione, il Foggia scende in campo con il 3-5-1-1: Leali tra i pali; difesa a tre con Loiacono, Billong e Ranieri; A centrocampo novit� sulla fascia destra con Gerbo ed al centro con Cicerelli, preferito su Deli non in condizione, insieme a loro Busellato, Kragl sulla corsia di sinistra ed in cabina di regia Leandro Greco; la sorpresa pi� grande arriva in attacco con Matarese alle spalle di Mazzeo.
3-5-1-1 anche per Breda: Zima tra i pali; difesa con Gonnelli, Di Gennaro, Boben; centrocampo con Kupisz, Agazzi, Rocca, Luci, Eguelfi; Attacco con Raicevic prima punta supportato dallᄡestro di Alessandro Diamanti.

Il Foggia parte subito alla grande, al 4� minuto Busellato fa da sponda per Mazzeo, che da fuori area carica il sinistro e manda alto. 6� minuto ancora Foggia con Cicerelli, che riesce ad inserirsi fra le maglie della difesa toscana, mette in mezzo un pallone che viene deviato da Di Gennaro per l�1-0 dei satanelli. 16� Kragl semina Kupisz, fa partire un filtrante in verticale per Busellato, che aggancia la sfera e di sinistro calcia sul corpo del portiere amaranto. Al 20� Leali deve mettere una pezza su un violento tiro di Raicevic chiudendo in angolo. 36� minuto, ancora Livorno da calcio d�angolo, prova il solito schema con Diamanti che crossa al centro, ma dopo la deviazione di Di Gennaro non arriva nessuno. Al 39� parte l�azione che porta i satanelli sul 2-0… Matarese innesca Busellato in verticale verso l�area, il numero 30 mette in mezzo la palla per Mazzeo che � smarcato e calcia di destro trovando pronto Zima che devia il pallone sui piedi di un difensore che prova a mettere la palla in fallo laterale, ma arriva dalle retrovie Gerbo, che conquista la sfera e fa partire un lungo diagonale verso Oliver Kragl, il quale a volo di sinistro non perdona.

Il secondo tempo si apre con un�azione per gli ospiti al 46�. Eguelfi si infila in area in prossimit� della linea di fondo campo, serve al centro Murilo che trova la reattivit� di Leali, il numero 16 rossonero riesce a mandare la sfera in corner. 54� Cicerelli dopo una buona finta serve Matarese che si gira di scatto e calcia verso la porta, � bravo in questa occasione l�estremo difensore a non farsi sorpendere e mandare esternamente la sfera, la quale arriva a Gerbo che calcia e trova ancora pronto il numero 38 amaranto. 67� Punizione dalla trequarti per il Livorno, batte Diamanti… la palla arriva a Gori, che a volo di sinistro la mette dentro senza venir disturbato, accorciano gli ospiti. Diamanti, dal lato opposto rispetto all�azione precedente, fa partire un pericoloso cross a giro trovando ancora una volta Gabriele Gori, che di testa insacca la porta di Nicola Leali… ammutolito lo Zaccheria, il Livorno raggiunge il pari. 85� minuto chiave della gara, la provvidenza prova a dare una mano ai rossoneri… Kragl prova il tiro che deviato finisce sui piedi di Ranieri, il quale parte con un dribbling in area di rigore, viene steso da un calciatore livornese e l�arbitro concede calcio di rigore per il Foggia. Alla battuta va Fabio Mazzeo che nonostante una buona esecuzione viene ipnotizzato da Zima, il portiere amaranto salva il risultato. 91� minuto, Billong trattiene ingenuamente Giannetti in area che non poteva raggiungere la sfera, l�arbitro nuovamente decreta calcio di rigore ed espulsione diretta ai danni del centrale rossonero, che salter� la sfida di Cremona. Alla battuta va lo stesso Giannetti…Leali tiene il Foggia aggrappato alla serie B con una parata importantissima. Non � stato uno scontro salvezza, ma un thriller.

I satanelli pareggiano un importante scontro diretto interno, con circa 12000 tifosi sugli spalti e dice addio alle possibilit� di salvezza diretta. Adesso testa a Cremona cercando di ottenere i 3 punti, nella speranza di eventuali sbagli sui campi dove saranno impegnate Venezia e Livorno.

Tabellino:

Foggia – Livorno 2-2
7メ aut. Di Gennaro (Fog), 39メ Kragl (Fog), 68メ e 76メ Gori (Liv)

Foggia (3-5-2): Leali; Loiacono, Billong, Ranieri; Gerbo, Busellato (73メ Agnelli), Greco, Cicerelli (79メ Deli), Kragl; Matarese (68メ Iemmello), Mazzeo
A disposizione: Noppert, Di Stasio, Arena, Zambelli, Ngawa, Galano, Chiaretti, Boldor, Sonnini
Allenatore: Sig. Gianluca Grassadonia

Livorno (3-5-2): Zima; Gonnelli, Di Gennaro, Boben; Kupisz, Agazzi, Rocca (46メ Murillo), Luci, Eguelfi; Diamanti (88メ Giannetti), Raicevic (64メ Gori)
A disposizione: Crosta, Baiocco, Dainelli, Gasbarro, Fazzi, Soumaoro, Salzano, Albertazzi, Canessa
Allenatore: Sig. Roberto Breda

Arbitro: Sig. Francesco Fourneau di Roma 1
!メ Assistente: Sig. Manuel Robilotta di Sala Consilina
2メ Assistente: Sig. Giuseppe Maccadino di Pesaro
Quarto Uomo: Sig. Federico Dionisi de LメAquila

Ammoniti: 20メ Kragl (Fog), 43メ Rocca (Liv), 60メ Agazzi (Liv), 73メ Gerbo (Fog), 80メ Di Gennaro (Liv), 90メ Agnelli (Fog)
Espulsi: /
Foto: Antonello Forcelli