Un tempo per parte: Foggia-Crotone 2-2

0
20 views

Il Foggia si congeda dallo “Zaccheria” con il risultato di 2-2 al cospetto della vicecapolista Crotone. Una gara dai due volti quella pareggiata contro i calabresi, i quali sotto di due reti, sono riusciti a riaddrizzare il risultato, solo nell´ultima mezz´ora di gioco. Il tecnico rossonero deve fare a meno di Silvestri e Faieta, al loro posto Sapienza e La Rosa. L´inizio di gara è di marca calabrese, al 1´ ed al 6´ Tarantino prova a battere Rossi, ma il tentativo è vano. Il Foggia si fa vedere solo al 21´, Da Silva in mischia non trova la porta rossoblù. Al 28´ i padroni di casa guadagnano un calcio di punizione dal limite dell´area; alla battuta De Zerbi infila Dei, rimasto immobile a guardare la parabola del fantasista bresciano. Gli ospiti accusano il colpo e tardano a replicare. Un cenno di risposta si intravede solo sul finale di tempo, al 44´ Beretta si fa anticipare all´ultimo momento da Creanza. La ripresa si apre con una ghiotta occasione per i rossoblù: Tarantino ruba il tempo a Rossi in uscita ed appoggia verso la porta, ma è ben appostato Chiecchi che salva sulla linea. Al 48´ ancora il Crotone alla ricerca del pareggio, questa volta con Gastaldello che impegna Rossi con un diagonale. Al 51´ il Foggia raddoppia: traversone per Da Silva che, sulla trequarti di campo, anticipa di testa Di Meglio, s´invola verso Dei e, dopo aver superato quest´ultimo, deposita a porta sguarnita. Passano soli tre minuti ed i rossoblù accorciano le distanze: calcio di punizione battuto a sorpresa da Beretta che scarica alle spalle di Rossi. Al 61´ i calabresi provano a pareggiare i conti con Porchia, direttamente su calcio di punizione, ma la sfera termina alta. Al 68´ sempre il Crotone in avanti, diagonale di Bertolini e respinta di Rossi. Al 71´ gli ospiti vanno vicinissimo alla marcatura: calcio d´angolo battuto da Juric, la palla giunge a Porchia che lascia partire un tiro che si stampa sulla traversa. Al 78´ il Crotone pareggia, scambio in area tra Tarantino e Vantaggiato, la sfera termina a quest´ultimo che inflila l´incolpevole Rossi. Al 81´ il Crotone sfiora il vantaggio con Juric, che dal limite dell´area piccola raccoglie un diagonale e, a porta sguarnita spara incredibilmete alto. Il Foggia si rivede solo a pochi minuti dal triplice fischio con De Zerbi che, non riesce a concretizzare in rete un pericoloso contropiede costruito in superiorità numerica. Al termine della gara scroscianti sono gli appalusi dello “Zaccheria” per i rossoneri ed il tecnico Pasquale Marino; quest´ultimo, prima di rientrare negli spogliatoi, ha reso l´ultimo saluto al popolo rossonero con un emozionante giro di campo.