Catanzaro, si pensa a Matute peer il mercato

E� ancora tempo di calciomercato. Anche e soprattutto per il Catanzaro. Dopo l�intensa e travagliata settimana che ha visto l�esonero del tecnico Alessandro Erra seguito dal messaggio mediatico del diesse Antonello Preiti, l�attenzione � nuovamente rivolta al capitolo degli acquisti. Per i giallorossi � fondamentale riuscire a rendere fruttuosi questi ultimi giorni di agosto per rimpinguare l�organico con qualche altro elemento. Sembra ormai acclarato che le maggiori necessit� di intervento restano a centrocampo. In questa direzione dovranno essere compiuti gli ultimi colpi di questa sessione, magari anche con nomi in grado di rassicurare l�animo dei tifosi, in apprensione per l�impegnativo avvio di campionato alle porte. Uno di questi potrebbe essere quello del centrocampista Kelvin Matute, di propriet� della Casertana. L�interessamento nei suoi confronti era gi� stato palesato dalle aquile, e la ripresa della trattativa lo riconferma. Su di lui c�� anche il pressing del Teramo e dell�Arezzo, oltre che la decisione della cessione da parte del club di appartenenza.

Il percorso della mezzala, classe �88 e originaria del Camerun, � partito nel 2005 dalla squadra d�Eccellenza della Pedemontana. Poi se l�ex Casertana � diventato calciatore professionista, lo deve in particolar modo al Sarone e al suo ds di allora, Massimo Barbieri, che dopo averlo osservato durante un test-match durante un ritiro del Carpendolo (squadra �pro�) a Piancavallo decise di portarlo a Sarone. Appena arrivato dall�Africa il colored faceva parte di una selezione mista e si mise subito in mostra per le sue qualit�. Qui per� Matute non gioc� mai: mancava il nullaosta, ma continu� ad allenarsi fino a quando venne segnalato dall�Udinese. Era il 2006 quando venne tesserato dai bianconeri, con cui ha giocato per due stagioni nella squadra Primavera, andando anche saltuariamente in panchina con la prima squadra, in Serie A. Da l� part� il suo percorso, che ha toccato piazze come Trieste, Arezzo, Latina, Pro Vercelli e, da ultimo, Casertana: quasi 200 presenze tra i �pro�. Nella stagione 2008-2009 pass� in prestito all´Arezzo, in Prima Divisione Lega Pro; con la squadra toscana gioca 30 partite segnando 2 gol, pi� altre due presenze senza reti nei play-off per l´accesso in Serie B. L´anno seguente and�, sempre con la formula del prestito, al Cesena, squadra di Serie B, dove gioca 9 partite e segna un gol. La squadra romagnola chiude il campionato al secondo posto in classifica, conquistando cos� la promozione in Serie A, categoria in cui Matute non viene riconfermato: per la stagione 2010-2011 viene infatti ceduto, ancora una volta in prestito, alla Triestina, con cui gioca altre 19 partite in serie cadetta. Nel 2011 venne acquistato a titolo definitivo dal Crotone, con cui gioca 4 partite e segna un gol; nel mercato di gennaio passa in prestito al Latina, con cui gioca un´intera stagione da titolare in Prima Divisione Lega Pro. A fine anno torn� per fine prestito al Crotone, con cui disputa il successivo campionato di Serie B, nel quale segna una rete in 26 presenze. Rimase in organico nella societ� calabrese anche nella stagione 2013-2014, nella quale segna una doppietta nella prima giornata di campionato, nella sconfitta (5-2) del Franchi contro il Siena. Inizia la stagione 2014-2015 con la Pro Vercelli. Il 13 gennaio2015 ritorna al Crotone. L´8 gennaio 2016 venne presentato dalla Casertana. Debutt� ufficialmente con la maglia dei falchetti l´11 gennaio nel posticipo della 17.a giornata in trasferta contro la Paganese. In tale match realizz� la sua prima rete segnando l´1-2 (la partita � poi terminata 2-2).

Secondo quanto riportato dal giornalista Alfredo Pedull� � in corso un´operazione tutta “in salsa calabrese”. Il Catanzaro ha pressoch� definito con la Reggina il trasferimento di Fabio Roselli in giallorosso, soltanto da formalizzare con il nero su bianco. Un centrocampista di esperienza, classe 1983, per rinforzare la mediana del Catanzaro. Un anno di contratto per Roselli.

fonte: catanzarosport2.it