Defezioni in vetta…

0
23 views

Per gran parte del torneo la lotta al primato è stata caratterizzata da 3 compagini, l’Avellino, il Foggia ed il Ravenna, diverse nelle prestazioni ma presenti all’appello; ora, il discorso si fa a due, tra gli irpini ed i romagnoli.
I Campani tornano al successo dopo 4 turni proprio ai danni del Foggia, condannandolo alla lotteria dei play-off, grazie a due disattenzioni difensive del portiere, circostanza che si verifica puntualmente e regolarmente, curiosamente soprattutto quando il Foggia affronta una squadra campana; sarà una semplice casualità, magari dettata dalle emozioni del momento.(?!!?)
Il Ravenna perde a Martina, con lo stesso risultato tramite il quale solitamente vince, ossia per una rete a zero; a prescindere dalla sconfitta, 2 volte in più dell’Avellino, sembra una compagine molto compatta e quadrata, capace di totalizzare, finora, gli stessi punti delle precedenti 6 giornate d’andata.
Dietro, a partire da 4 punti di distacco, c’è la sorprendente Cavese, ieri vittoriosa anche in trasferta, ai danni del Gallipoli, lontano parente della squadra di qualche turno precedente, proponendosi seriamente come concorrente finale alla scalata in B; del resto, alla prima di campionato ben impressionò a Foggia.
Il Taranto non va oltre un brutto zero a zero a Manfredonia, in una partita molto equilibrata, specchio dell’andata, mentre la Salernitana confeziona la seconda vittoria consecutiva battendo il Teramo dello sfortunato Fiorucci; per lui un solo punto finora.
Il Perugia cambia nuovamente pelle, perdendo per l’ennesima volta in trasferta, questa volta ad Ancona, dopo aver battuto l’Avellino domenica scorsa.
Chiudono la giornata il pareggio tra Ternana e Juvestabia, la vittoria del Lanciano a Giulianova ed il pareggio tra il S.Marino e la Sambenedettese.
Oramai si inizia a far sul serio, le vittorie e le sconfitte pesano maggiormente ed i primi effetti in classifica arrivano……