Farriello, stoccata a Campilongo

0
18 views

Lo spettro di Sasà Campilongo torna ad aleggiare su Cava. L´ex allenatore aquilotto riapre una ferita mai rimarginata. Le sue dichiarazioni sulla fine del matrimonio con la Cavese hanno mandato su tutte le furie il numero uno della società di via Balzico. Antonio Fariello non ci sta. «Foggia e Cavese non stanno attraversando il loro miglior periodo. Ma ciò non mi esime dal dover difendere l´onorabilità della società e ripristinare la verità dei fatti. Le affermazioni di Campilongo sono del tutto false e prive di qualsiasi fondamento». Sasà Campilongo, nell’intervista rilasciata ieri al «Mattino» alla vigilia della gara con la Paganese, ha soffiato nuovamente sul fuoco delle polemiche. «Non mi sono pentito di un divorzio che non sono stato io a volere – ha detto – non mi è mai stato proposto il rinnovo del contratto ed era scontato a quel punto che io scegliessi un´altra strada». La risposta della Cavese non si è fatta attendere. «Non c´era alcuna necessità di proporre al signor Campilongo il rinnovo del contratto – sottolinea il patron aquilotto Fariello – dal momento che lo stesso era legato a noi contrattualmente ancora per un altro anno. E la società era anche disponibile a ridiscuterne la durata se lo avesse voluto lui». Fariello ha affidato al sito ufficiale della società una nota stampa per chiarire la posizione della Cavese, facendo la cronistoria della vicenda. «Nell´immediato dopopartita della semifinale play off Cavese-Foggia, alla presenza della stampa, Campilongo manifestò chiaramente la sua intenzione di mollare dichiarando che riteneva concluso il suo ciclo a Cava. Intenzione, questa, già manifestata più volte durante la stagione e rispetto alla quale la società non si era mai pronunciata sia perché riteneva prioritario concentrarsi sul campionato, sia nella speranza che Campilongo desistesse da tale proposito. Questo dietrofront non c´è stato. E le nostre strade si sono separate. Ma per sua esclusiva volontà. Anzi, lo abbiamo assecondato per soddisfarne ambizioni e aspirazioni professionali non facendo valere i nostri diritti sul contratto sottoscritto». Antonio Fariello non nasconde la sua delusione. «Campilongo ha dimenticato, o forse ha voluto dimenticare, la reale ricostruzione dei fatti. Quello che ha dichiarato ci ferisce profondamente e lede l´onorabilità della società e dell´intera città di Cava. Rimarcando ancora una volta la bravura dell´allenatore, ci permettiamo di consigliare all´uomo Campilongo una maggiore onestà intellettuale. Dote, questa, ugualmente importante, se non prioritaria, per una carriera sportiva ricca di soddisfazioni». Ieri, a Palma Campania, ultimo allenamento per la Cavese. Riccio si è regolarmente allenato, tornando arruolabile per la sfida con il Sassuolo. Infine buone notizie per il gioiello napoletano Grieco. Via libera dall´esito dell´esame ecografico. Da martedì si riaggregherà al gruppo.
Fonte: Il Mattino