Giannini: “Per noi un ottimo banco di prova”.

0
33 views

Per la Foggia sportiva quella di oggi è stata una serata particolarissimo. Profumo di serie A e ricordi risalenti alla migliore epoca del calcio foggiano. Aria di evento che si respira anche nell´affollata sala stampa dello Zaccheria, dove, visibilmente soddisfatto si affaccia il volto del presente rossonero. Giuseppe Giannini (nella foto durante la conferenza dopo la gara) considera l´amichevole di oggi con il Lecce “un ottimo banco di prova per la mia squadra, superato a pieni voti. Ora però non dobbiamo assolutamente esaltarci e continuare a lavorare su questa squadra. Ho visto molte cose positive-dice il tecnico romano-, la squadra ha dimostrato coraggio ed è stata quasi sfacciata in certi frangenti. Non è facile vedere una squadra di C1 adottare, quasi inconsapevolmente un 4-2-4 al cospetto di una compagine di massima divisione”. Parlare di singoli, si sa, risulterebbe quasi antipatico; certo è che Giannini può essere (e lo è) soddisfatto dei giovani mandati oggi in campo. “Bene Di Gennaro e Cichella, ma per me che li seguo da tanto tempo non rappresentano una sorpresa. Hanno semplicemente fatto ciò che sanno fare, confermando in pieno il loro valore. E´ sottinteso, ovviamente, che anche per loro esistono grandi margini di miglioramento”. Un esordio un pò meno…colorito se lo aspettava forse Vincenzo Marruocco, al debutto con la maglia rossonera. Emozione o cos´altro: “Lui è così-dice mister Giuseppe Giannini. Io ci ho giocato insieme a Lecce e vi assicuro che è un ottimo portiere. Scherzando gli ho ricordato che ormai avevo quarantanni e non era il caso di farmi prendere un infarto…”. E stasera è stato siglato anche il divorzio ufficiale fra Costanzo e l´U.S. Foggia. Giannini non poteva esimersi dal commento, sollecitato dai giornalisti presenti in sala stampa: “Costanzo è un ottimo giocatore e un bravissimo ragazzo. Son certo che a Sora confermerà quanto di buono ha fatto vedere a Foggia”. Il mercato non è l´argomento preferito per Giannini che taglia corto: “Sono abituato a ragionare in funzione del materiale umano a mia disposizione, e di mercato è giusto parlarne con Caruso o con la società”. Prima di andar via il mister rimarca ancora l´ottima prova dei suoi ragazzi. Ha parole di elogio per Ban, appare un pò preoccupato dagli effetti che potrebbe sortire la botta rimediata dal play Lillo Catalano. Ricorda a tutti che stasera mancavano i vari Sapienza, Mounard, Stefani e che “in questo precampionato, le squadre di categoria superiore afforntate ci hanno impensierito veramente poco”. C´è di che stare tranquilli, insomma.