IL PERSONAGGIO: Di Donna, ´vittima´ di un´esultanza

0
26 views

Parlare di calcio giocato dopo la partita di ieri è davvero difficile. Soprattutto quando chi, evidentemente sentendosi parte in causa, o ferito nell´orgoglio, si trova quasi a giustificare il comportamento di coloro che hanno aggredito Antonio Di Donna, telecronista di TeleRadioErre. E per fare ciò è ricorso a ´mezzucci´ che, per chi sa come sono andate le cose davvero, fanno rabbia, ma lasciano il tempo che trovano.
Il sito ´Manfredonia.Net´ ha affermato, infatti, che ieri al Miramare “non ci sarebbe stata una vera e propria aggressione, ma solo un´accesa discussione finita in malo modo”, in un articolo dal titolo, di cui la sola lettura farebbe ribollire il sangue: “Ma quali calci e pugni? Si è trattato di uno schiaffo”. Ora… A parte il fatto che una persona non finisce ricoverata in ospedale con due tac da fare per uno schiaffo, non sembra davvero il caso di cercare di minimizzare la cosa come per dire ´è stato soltanto uno schiaffetto, un´inezia…´. Anche perchè non è così.
Dalle dichiarazioni rilasciate da Di Donna stesso al nostro sito, così come ai giornalisti di tutta Italia, si evince chiaramente l´aggressione, tra l´altro premeditata (non a caso, prima della fine della partita era stato esposto uno striscione nella curva sud del Miramare, sede dei tifosi locali, che recitava: “A. Di Donna esulta ´adesso´ con noi”… più chiaro di così…), da parte di questi pseudo-tifosi sipontini che avevano preso di mira il telecronista foggiano per aver esultato (a loro giudizio in maniera troppo gioiosa) al gol del Foggia (cosa, tra l´altro, abbastanza normale, data la ´provenienza´ del cronista).
Il sito sipontino, oltre a definire la vicenda “una grossa esagerazione”, nella fase conclusiva dell´articolo in causa commenta così l´accaduto: ” Una brutta storia che va enormemente ridimensionata e che insegna ancora una volta come possa essere distorta la verità quando finisce sotto i riflettori”… Senza parole per quest´ultimo pensiero dell´articolista, vi lasciamo alle vostre riflessioni in merito…
Curiosa, poi, la dinamica dell´aggressione, ricostruita (senza criteri) dal sito doniano, secondo il quale Di Donna avrebbe ´risposto´ alle provocazioni verbali di alcuni tifosi sipontini, innescando la miccia per far degenerare la situazione e scatenare in uno degli aggressori l´istinto di colpirlo con uno schiaffo che avrebbe, infine, fatto perdere l´equilibrio al giornalista stesso, poi ´toccato´ alla fronte dagli stessi soccorritori (quando, invece, Di Donna ha dichiarato di essere stato sbattuto a terra perchè tirato dal cappuccio del suo giubbotto ed essere stato colpito da un calcio in piena fronte)… Manca soltanto la firma dell´ispettore Derrick… E poi viene la curiosità: quale energumeno riuscirebbe, con un ´semplice´ schiaffo, come ci ha tenuto a sottolineare Manfredonia.Net, a far cadere a terra un uomo, farlo svenire nel tragitto dallo stadio all´ospedale e causargli un trauma cranico? Mah…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui