Il S.Marino, crocevia del Foggia

0
14 views

“In questi mesi per una cosa o per un’altra non sono mai riuscito a schierare gli stessi undici per due partite consecutive. Ma per contro a questa situazione di emergenza siamo abituati e quindi ci adatteremo”, queste le parole in una recente intervista al tecnico dei Titani.
Una squadra, quella del S.Marino, con 13 sconfitte, 7 vittorie e 8 pareggi, prestazioni quasi equamente distribuite tra le mura amiche ed i campi avversi; il girone di ritorno sta dando ai titani ancor più delusioni, un punto in meno per la precisione.
Nelle recenti sfide casalinghe tuttavia, va evidenziata la vittoria contro la Cavese, preceduta dalla sconfitta contro il Perugia ed i pareggi con Manfredonia e Samb; il trend recente parla di due sconfitte, a Castellamare di stabia e soprattutto in casa contro la giovine Giulianova, precedute dalla vittoria interna sopra citata.
Il tecnico Novelli schiera abitualmente la squadra con un canonico 4-4-2, se si esclude l’esperimento della gara persa contro il Perugia, schierando un inedito 4-2-3-1 con Abate, Villa e Ligori contemporaneamente in campo.
Questi gli uomini con più minuti alle spalle: Dei tra i pali, Nossa, D’angelo, Di Maio e Florindo in difesa, Turchetta, Napolitano, Faieta ed uno tra Berardi e Tedoldi sulla mediana, Abate e Villa in prima linea, con l’eventuale ingresso di Ligori.
Il Foggia dal canto suo, può confermare gli scettici e la schiera di rassegnati ad un’altra stagione andata male, con una delle sue prestazioni tanto anoressiche quanto strane e sospette, oppure rialzarsi ed invertire questa caduta libera dalla vetta fino all’attuale posizione in classifica, fuori dai play-off.
È segno di debolezza della squadra la serie di risultati negativi? È la mancanza di gioco la causa di tutti i mali? È l’incapacità di Cuoghi prima, di D’adderio ora? È pura e semplice realtà quella a cui stiamo assistendo, fatta di uomini paurosi e senza grinta, senza determinazione in campo? Gli stessi che invece fino a qualche mese fa esprimevano tutto il contrario? Che arrivi presto Luglio, che arrivi presto quel momento in cui tutto sarà finito e forse potremo capire tante cose….
Avanti con il S.Marino!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui