L’avversario: AVELLINO

0
23 views

Tempo fa in tv e sui giornali apparve una notizia che raccontava di convegni ed incontri politici terminati in ristoranti per pranzi costosissimi di lavoro mai pagati, con i ristoratori rimasti a mani vuote.
L’Avellino è una grande squadra allestita per vincere e fino a poco tempo fa aveva dalla parte sua i grandi numeri in termini di punti, attacco, vittorie che la facevano primeggiare sulle altre del torneo.
Basti citare le 12 vittorie, le 45 reti e i 16 risultati utili totalizzati, un record per la categoria, per ricordare l’exploit irpino.
Tutti hanno iniziato a pensare che fosse la squadra più forte, molti addirittura che potesse ipotecare il primo posto ma, sotto sotto sembra ci sia un vulcano che potrebbe scoppiare.
Da più parti giungono notizie circa i problemi societari della squadra campana, di debiti soprattutto verso il Fisco, di rischio iscrizione per il prossimo campionato; la domanda nasce spontanea…..tutto ciò, come la storia anche nostrana insegna, non avrà effetti sul futuro prossimo della squadra?
Tornando al calcio giocato, la squadra dopo la pausa natalizia in cui ha potuto effettuare un richiamo di preparazione, ha mostrato problemi di forma, di lentezza, di gioco, con le critiche del caso; dalle cronache irpine si segnalano svarioni difensivi, sterilità offensiva, il che fa notizia, e dissapori tra alcuni elementi della rosa con il tecnico, con la conseguenza di 2 pareggi e 2 sconfitte, 5 reti subite e 0 realizzate nelle ultime 2 giornate.
La squadra si schiera con una difesa a tre in alcune circostanze, piuttosto che una difesa a 4, per un assetto non definitivo visti gli ultimi negativi risultati; il tecnico Galderisi sta pensando come ricompattare la squadra, dietro un punto fermo, quale quello del tridente che, a suo dire, schiererà fino alla fine del campionato.
Queste le formazioni delle ultime partite disputate a Manfredonia ed a Perugia, entrambe perse:
a Manfredonia: Gragnaniello, Riccio (72` Garzon), De Angelis S. (62` Ascenzi), D`Andrea, Ulivi, Di Cecco (79` Rivaldo), Porcari, Moresi, Grieco,Evacuo, Tufano
a Perugia: Gragnaniello, De Angelis S. (67` Tufano), Puleo, D`Andrea, Ametrano, , Moretti, , Garzon (75` Porcari), Di Cecco, Grieco (89` Ascenzi),Evacuo, Brancolino.
Dopo Manfredonia e Perugia, tocca al Foggia provare a fare risultato ed il proverbio nasce spontaneo…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui