Mercato di C: La Cavese paga per mandare via Romondini. Il Taranto tenta il colpo Pellè. Nocerina su Borneo e Magliocco. Lamezia meglio di Chelsea, Arsenal e Lione

0
31 views

E´ ufficiale il divorzio tra Fabrizio Ro­mondini (30) e la Cavese, ora il centro­campista è pronto ad accordarsi con il Ve­nezia. Il calciatore ha dovuto pagare una so­stanziosa penale per liberarsi dal club cam­pano che l’aveva messo fuori rosa alla vigi­lia del derby con la Salernitana per essersi accordato con la società lagunare all’insa­puta della dirigenza cavese. Il Taranto strin­ge i contatti con il Lecce ed il procuratore di Graziano Pellé (22), attualmente a Cesena, ma la trattativa è complicata soprattutto per il veto posto dal tecnico Castori, contrario alla cessione. In uscita, invece, fino a giugno i centrocampisti Giovanni Malagnino (21) e Francesco Mignogna (24) al Monopoli che a breve annuncerà l´ingaggio dell´attaccan­te Luigi Rana (21) dal Gallipoli via Bari.
La Nocerina è sul punto di tesserate la punta Costantino Borneo (35), e sta tentan­do di avere in prestito l´attaccante Roberto Magliocco (29), in rottura con la Salernita­na, richiesto pure dalla Cisco Roma. Il cen­trocampista Domenico Giugliano (31) pas­serà al Manfredonia che prova anche a con­vincere l´esperto attaccante Eupremio Car­ruezzo (38) a lasciare la Lucchese. L´alter­nativa è Giuseppe Giglio dal Gallipoli (l´at­taccante è di proprietà del Napoli) in cambio di Massimiliano Vadacca (34). L´Avellino ha ceduto in prestito il centro­campista Giuseppe Sanges (19) all´Angri e il difensore Luca Scielzo (19) al Cervia. Tro­vato poi l´accordo con il Milan per trasfor­mare il prestito del centrocampista Filippo Porcari (22) in compartecipazione. Il Sor­rento sta per ufficializzare due giovani del Pomigliano: l´esterno difensivo Ceci (20) e l´attaccante Castaldi (19).
L´Ancona per il centrocampo vuole Care­mi (22), in comproprietà tra Chievo e Albi­noleffe: i bergamascgi potrebbero chiedere in cambio l´attaccante Docente. Contatti con il Frosinone per l´esterno De Giorgio (23) in prestito alla Cavese. Con la Ternana si di­scute di uno scambio tra Russo (35) e Di Sauro (31). In uscita, trattative con il Foli­gno per Bocchini (34) e con la Nuorese per Ceccobelli (25). Da ieri nella rosa del Gros­seto il centrocampista Edoardo Catinali, 24 anni, proveniente dal Teramo e il portiere Tore Pinna, 32, dal Taranto.
Il Lanciano, dopo aver ceduto Baldini (32) al Giulianova, sta aspettando la rispo­sta di Zerbini (27) del Venezia, l´anno scor­so già in forza agli abruzzesi. Il suo arrivo potrebbe presagire la partenza di Colussi (28), che ha richieste anche dalla B (Pesca­ra), oltre che da Salernitana e Samb (sosti­tuirebbe Morante). A Giulianova è immi­nente l´arrivo dell´eclettico attaccante Ste­fano Romano (25) dal Teramo. In C2, la Val di Sangro si rinforza. Preso il mediano Ga­luppi (31) dal Carpenedolo. Arriva anche il centrale difensivo Galluzzo (28), provenien­te dal Celano, che a sua volta ha preso dai sangrini il difensore Simone Adani (30). I marsicani, inoltre, hanno chiuso ieri con l´esterno sinistro Alessandro Del Grosso (34), l´anno scorso in B a Catanzaro con Giordano. Del Grosso torna nella squadra che lo ha lanciato quasi vent´anni fa nel mondo dei professionisti. Da Celano (dove nei giorni scorsi è arrivato l´attaccante ar­gentino
Comba, dalla Sangiovannese) sono in partenza Gabrieli (28) e Ciotti (26): que­st´ultimo interessa alla Pro Vasto. In Abruz­zo, colpo prestigioso dell´Aquila (Eccellen­za): arriva Paolo Scotti (36), difensore di grande esperienza, l´anno scorso in C1 con la Salernitana.
Il Bassano Virtus si è assicurato dal Vi­cenza il prestito dell´esterno offensivo Nico­la Dorio (20). Anche l´Ivrea ha concluso un affare con il Vicenza assicurandosi l´attac­cante Stefano Pietribiasi (22), pronto ad esordire con la squadra di Jaconi nella ga­ra contro il Pavia. Il Pavia ha ottenuto dal Portogruaro l´attaccante Andrea Maniero (32): il giocatore, giunto con la formula del prestito, ha collezionato due reti nelle 13 ga­re disputate in questa prima parte della sta­gione. In partenza il centrocampista Fede­rico Ranieri (20) destinato alla Sangiovan­nese mentre l´attaccante Matteo Scapini (23) dovrebbe andare al Rovigo. Il Monza ha ufficializzato l´arrivo del centrocampista Salvatore Vicari (26), proveniente della Ci­sco Roma e reduce dalla retrocessione in C1 con l´Avellino nella passata stagione). Al club romano il Monza ha ceduto il centro­campista Luigi Giandomenico (29) a titolo definitivo.
LAMEZIA MEGLIO DELLE GRANDI D´EUROPA
Come scardinare un sistema di ( pseudo?) certezze cavando dal cilindro teorie e prove che rimescola­no i valori del calcio -mondiale- producendo sentenze che sanno di clamoroso. O, secondo gli integralisti del pallone, di eretico. Francesco Caremani e Luca Marri, braccio e mente di MLCalcio, ideatori e realizzatori ( «In parti assolutamente sproporzionate, a vantaggio e merito di Marri » , come spiega Caremani, collega che collabora con L’Unità, testata che ha sfornato per il se­sto anno consecutivo il suo verdetto) una classifica che poi tanto strampalata non deve essere se, alla sua pri­ma uscita nel 2001 spedì in cima alla lista dei buoni il Paternò di Pasquale Marino, oggi mentore, applaudito, del Catania in serie A.
La notizia dove sta? Beh, vedere la Vigor Lamezia davanti a tutti, Chelsea e Barcellona inclusi, in effetti un pochetto di stupore lo desta. Ma Caremani pone su­bito un paletto: « Lungi da noi, soprattutto dalle inten­zioni di Marri che oggi collabora con l’Arezzo calcio dopo aver avuto ottimi rapporti professionali con tan­te altre squadre (un genio dell’informatica e della sta­tistica, ndr) l’intenzione di stabilire che il calcio si reg­ge su valori sportivi che vanno rivisti. Sono stati presi in considerazione semmai valori statistici, nel corso delle gare di gioco, filtrati dal programma realizzato da Marri, che potremmo sintetizzare su due elementi: qua­lità e quantità di gioco prodotto » .
Dunque, la Vigor Lamezia primeggia in Europa, pas­sando da palle recuperate, tempo di gioco, azioni of­fensive, possesso palla, falli commessi e subiti, fuori­gioco procurati, insomma da tutto quel che viene -ri­duttivamente- definito “ materiale statistico” concer­nente ciascuna gara giocata. « Marri, il genio è lui -ammicca ancora Caremani- io ho avuto soltanto modo di dare un certo respiro a questa iniziativa, grazie a L’Uni­tà. Nella fattispecie, devo dire di aver scoperto una re­altà curiosa e a suo modo affascinante, parlando di Vi­gor Lamezia. Per esempio, il tecnico Provenza, un me­dico prestato alle panchine del pallone: corsi e ricorsi, tornando all’esempio di Marino? Beh, certo sarebbe cu­rioso perlomeno, se dovessimo portare fortuna anche a lui…».
Dato che si tratta di classifica, spulciando l’edizion­re 2006 si scopre che i calabresi hanno regolato il Lio­ne e l’Arsenal (seconda e terza), poi ancora la serie C italiana con Ravenna e Pro Verecelli e la Roma di Spal­letti, prima formazione di serie A, che centra la sesta posizione. Quanto si potrebbe incavolare Roman Abra­movich, padrone e Paperone del Chelsea, se sapesse di questa classifica e, soprattutto, se qualcuno gli spie­gasse che mago Mourinho i blues riesce a malapena a collocarli all’ottavo posto, preceduti persino dal Sas­suolo?
«Detta così fa un certo effetto» , ammette Care­mani, che poi aggiunge: « Negli anni passati, il criterio scientifico ha premiato anche Olimpique Lione e Ju­ventus, dunque il metodo ha un senso e un fiuto…».
Come dire, prendetevela con i numeri, se potete smentire la matematica accomodatevi pure… A propo­sito, dato che la classifica comprende 216 squadre, si capisce che così come esiste la prima esiste anche la maglia nera. La veste (forse a ulteriore dimostrazione del rigore dello studio) il Martina: niente sciovinismo, amanti del pallone, la “ piccola” Italia vince e perde. La cosa non varrà il posto garantito in Champions, a Provenza e soci, ma in casa Vigor questa classifica la riprodurranno in una stampa pregiata e la appende­ranno in bella mostra, in sede. In fondo, è una vittoria pure questa…
Fonte: Corriere dello Sport