Messina, Marra: “Daremo tutto, speriamo che l´ambiente ci sostenga”

0
22 views

Delusione e rammarico. L´allenatore del Messina, Sas� Marra non nasconde il proprio stato d´animo dopo la sconfitta interna contro il Foggia, maturata al termine di una prestazione volenterosa dei suoi, che hanno retto l´onda d´urto dei �satanelli� fino all´1-2 firmato da Fabio Mazzeo. �Abbiamo subito gol nel migliore momento nostro – commenta il tecnico dei peloritani -, dispiace perch� la prestazione pu� essere considerata positiva contro un avversario importante, i ragazzi meritavano un risultato favorevole, ma il calcio � questo, adesso gira cos�.

Non cerca alibi il trainer dell´Acr, ma evidenzia alcuni elementi che ancora oggi possono incidere sul rendimento della squadra: �Il gruppo ha subito molte vicessitudine, cambio di allenatore, diverse partenze e arrivi nell´organico, avevamo alcuni elementi importanti fuori. Ma abbiamo dimostrato che stiamo crescendo in organizzazione ed agonismo. Dobbiamo essere ancora pi� arrabbiati ed iniziare a fare punti�. Il Messina aveva studiato la partita in un certo modo, ma non tutto � andato per il verso giusto: �L´avevamo preparata bene su determinate situazioni di ripartenza, certe volte non abbiamo avuto la lucidit� dell´ultimo passaggio – ha proseguito Marra -, anche se quello che avevamo studiato � andato in porto, limitando una squadra che guardando alle altre partite calcia molto di pi� in porta. Da un lato faccio i complimenti ma dall´altro ribadisco che dobbiamo continuare a lavorare�.

Limiti ve ne sono, anche sul piano fisico: �Ogni tanto qualcuno si girava, Maccarone mi diceva che rischiava di non farcela, poi anche Bramati e Mancini, abbiamo dovuto stravolgere l´assetto. Nonostante tutto mi sento di fare un plauso ai giocatori e spero che l´ambiente si stringa attorno a noi, la squadra prover� a dare il massimo. Sono convinto che le cose cambieranno se la squadra capisce che deve giocare in questo modo, con applicazione, limando alcuni difetti. Ci sta a volte per la troppa precipitazione e la voglia di fare di sbagliare qualcosa�.

Sui singoli, giudizio positivo su Giovanni Foresta, diventato uno degli insostituibili: �Mi ha colpito subito al mio arrivo, altri sono riusciti a guadagnarsi spazio, penso a Lazar che all´inizio non stava nemmeno nei miei pensieri, preferivo affidarmi al passato dei giocatori nella scelta degli undici, ma io valuto di settimana in settimana con lo staff e adesso iniziamo a vedere qualcosa. Anche Akrapovic ha fatto una buona partita agendo sul lato pi� pericoloso del Foggia�. Qualcosa di pi� la chiede a Milinkovic: �Ha grandi qualit� ma finisce con l´intestardirsi, mi fa arrabbiare, cos� come Pozzebon, devono giocare di pi� per la squadra. Vorrei lavorare di pi� con loro ma alla fine tra una cosa e un´altra dobbiamo seguire l´intero gruppo e non il singolo reparto�. Mancini? �E´ stato bravo soprattutto a limitare gli avversari, si abbassava troppo per eccesso di generosit�, non gli chiedevo questo ma agire tra le linee e dare il via alla manovra avanzata. Comunque ha creato buone occasioni, andando al tiro diverse volte nel primo tempo. Pu� darci una grossa mano quando migliorer� in condizione e sar� ancora pi� lucido�.

fonte: messinanelpallone.it