Numerosi attestati di solidarietà per Antonio Di Donna

0
25 views

A nome di Antonio Di Donna la redazione di calciofoggia ringrazia tutti coloro (giornalisti e tifosi) che hanno esternato solidarietà nei confronti del cronista foggiano aggredito a Manfredonia giunti telefonicamente, sul nostro “muro rossonero” o a mezzo posta elettronica. Qui di seguito riportiamo due e-mail giunte da colleghi della stampa:
“A titolo personale e a nome di tutta la Redazione di
FoggiaCalcioMania.com, esprimo la piena solidarietà nei confronti del
collega Antonio Di Donna per il vile gesto di cui è stato vittima in quel di Manfredonia.
Piena condanna quindi per quanto avvenuto e ad Antonio l´augurio sincero di pronta guarigione”.
Vito Tozzi (Redazione FoggiaCalcioMania.com)
ESPRIMO TUTTA LA MIA SOLIDARIETA’ AD ANTONIO DI DONNA COLPEVOLE SOLO DI AVER FATTO IL PROPRIO LAVORO E COLPITO DA UN GRUPPO DI FIGLI DI P….
E VIGLIACCHI FORZA ANTONIO TI FACCIO GLI AUGURI DI PRONTA GUARIGIONE TI ASPETTIAMO GIA DOMENICA ALLO STADIO PER SENTIRTI URLARE ELPESCADOR
SCOPECE FRANCESCO INVIATO DI TUTTALAC.IT
“Sono molto dispiaciuto per quanto di assurdo successo al collega Antonio Di Donna e gli esprimo tutta la mia solidarietà. Purtroppo capita molto spesso lontano dallo Zaccheria spesso di non ricevere lo stesso cordiale trattamento che riserviamo ai colleghi che vengono a Foggia a svolgere il loro lavoro. Dispiace ancor di più che lo spiacevole episodio sia successo in una piazza “amica” per la quale noi di Foggia ci occupiamo e ci preoccupiamo (dal punto di vista sportivo e non, tantissimo). Il vero problema è che gli imbecilli hanno residenza dovunque. Comunque auguro ad Antonio una pronta guarigione e spero possa, sin da domenica prossima, essere con noi e tra noi. Lino Mongiello”.

“Antonio Di Donna è un giornalista giovane, ma che ha già
acquisito una notevole professionalità, ed oggi
pomeriggio, come sempre, stava semplicemente eseguendo il
suo lavoro, quando alcuni balordi lo hanno picchiato
selvaggiamente. Un gesto sconsiderato non solo perché
quella di Manfredonia doveva essere una festa dello sport,
ma che è da condannare in qualsiasi contesto. La redazione
de Il Grecale è vicina al collega Antonio, una persona
intelligente ed altamente professionale, ed alle redazioni
di TeleradioErre, emittente che da sempre valorizza la
provincia di Foggia con una buona informazione, e quella di
Calciofoggia.it, un´istituzione per gli appassionati di
calcio, dalla C1 alla terza categoria. Due realtà
comunicative dove lavorano professionisti
dell´informazione, che meritano rispetto. Bisogna
considerare, purtroppo, che si è giunti in un periodo in
cui si deve aver paura di esercitare una professione sempre
più bistrattata, quella giornalistica, e dove lo Stato
deve lavorare per difendere le persone dotate di civiltà
da gente repressa, che non c´entra nulla col gioco del
calcio, ma che semina il terrore. Arrivare a pensare che si
debba aver meno paura di scrivere di cronaca nera, che di
sport, è paradossale quanto triste. Siamo certi che le
tifoserie rossonera e biancazzurra non c´entrino nulla con
questo spettacolo degradante, visto che sugli spalti, oggi,
prima dell´incidente a Di Donna, aveva dominato una sana
rivalità sportiva all´insegna della civiltà”.
Piero Russo-Direttore de Il Grecale (www.ilgrecale.it)