Stroppa: “Non possiamo e non dobbiamo permetterci errori”

0
22 views

Le parole di Stroppa pre-Matera:

�Al di l� dell�inizio sprint, agosto e settembre sono stati lunghissimi. Ci siamo sudati 6 partite che sono tanto tempo. � vero che da qui fino al 31 di ottobre affrontiamo squadre importanti soprattutto in trasferta, ma pensiamo di partita in partita. Andiamo ad affrontare una squadra che gioca un calcio propositivo ed offensivo, allenata benissimo. Sono curioso di vedere come la nostra squadra possa affrontarli.

Mi aspetto che la mia squadra continui a fare quello che ha fatto fin�ora. Con la stessa cattiveria e volont�. A noi non cambia nulla tra l�avere una diretta concorrente che una squadra di classifica pi� bassa contro. Noi dobbiamo portare in campo la nostra identit� senza snaturarci. Sappiamo che sar� una partita tosta.

Di Auteri non posso che parlarne bene. Abbiamo giocato insieme a Monza in Serie C. Sono passati tanti anni per� e forse neanche non lo ricorda. Sa come vincere in questa categoria, conosce il girone e sa lavorare sulle squadre facendo rispettare in toto le sue idee, giocando in velocit� ed in maniera ordinata.

Per quello che ci riguarda, sappiamo come poter lavorare contro squadre che giocano a 2 o 3 punte. Non snatureremo i nostri concetti, il palleggio ed il lavorare per poter far male. So che il Matera sa cambiare sistemi di gioco in corso d�opera, � una squadra camaleontica poich� ha giocatori duttili. Potrei sottolineare per� che non cambiano i principi. � una squadra che gioca in velocit� e sa fare le cose bene.

In settimana non ho cambiato nulla rispetto al solito lavoro. Sotto la mentalit� non posso rimproverare nulla ai ragazzi perch� abbiamo affrontato chiunque con la giusta determinazione per esaltare le qualit� dei singoli. Molte volte queste partite non si devono motivare e preparare dal punto di vista emotivo.

La situazione del gruppo � ottima e sempre in crescendo. Ho lasciato due giorni di recupero dopo il tour de force delle scorse settimane, la squadra ha un ottimo atteggiamento sia dal punto di vista fisico e psicologico.

La squadra sta bene a parte Agazzi che non � convocato. � in via di recupero, avremmo potuto inserirlo gioved� ma non abbiamo voluto rischiarlo.

Sono contento di poter avere questa facilit� di scelta, perch� so che chiunque risponde sempre al massimo. Tutti coloro che entrano poi danno sempre una grande mano. Ho la possibilit� di poter scegliere. L�abbraccio di tutta la squadra a Letizia � la fotografia del bel gruppo.

Penso che nel momento in cui si va ad affrontare una squadra da ex ci debba essere la consapevolezza di quello che si sta facendo. Di sicuro ci sar� la conoscenza e la capacit� di potersi mettere a disposizione del Foggia.

Ho giocato con Mancini nella stagione 1993/94 ed ogni tanto ci frequentavamo. Ricordo che adorava Bob Marley e che suonava la batteria. Aveva una passione e ce la trasmetteva, dando una sensazione di sensibilit� spiccata, era un ragazzo eccezionale.

Mi dispiace di disputare subito il 1ᄚ turno della Coppa Italia di Lega Pro. Mi sarei aspettato di essere stato testa di serie in quanto vincitori uscenti ed aver concluso al 2ᄚ posto in campionato.

La partita col Taranto potrebbe dare una risposta a quella che potrebbe essere la partita di domani. Quando si attacca si deve stare attenti a fare le marcature preventive, accorciando e leggendo bene le situazioni per anticipare l�avversario. Sono sicuro che avremo in mano la partita, se non accadr� sar� perch� il Matera sar� pi� bravo di noi. Non dobbiamo concedere ripartenze gratuite alla squadra avversaria.

Abbiamo gi� assaporato a Francavilla il portarci dietro molto pubblico, fa piacere avere tanto pubblico al seguito. Potrebbe essere un vantaggio.

Tutte la rosa del Matera, per com�� assemblata, � da temere. � una squadra ordinata, organizzata e con individualit� importanti.

Devo dire che in queste 6 partite per quanto riguarda gli errori siamo cresciuti tantissimo. Mi aspetto che domani la squadra continui alla stessa maniera questo percorso. Ci vorr� pi� attenzione. Non possiamo e non dobbiamo permetterci errori�