Zeman: “Serve concentrazione e ritmo contro un Taranto da rispettare”

0
330 views
Zdenek Zeman

Le parole di Zdenek Zeman nella conferenza stampa prima del derby contro il Taranto:

“Non sono preoccupato che possano peggiorare le cose, anzi vorrei migliorare in tutte le fasi: difesa, costruzione e finalizzazione. Dobbiamo avere come a Bari concentrazione per fare le cose. Ovviamente invece le cose che non vanno bene, non vanno ripetute.

Taranto sarà una partita in cui spero che enteremo in campo con la stessa testa. Poi si può perdere e vincere con tutti, anche se uno vorrebbe sempre vincere, ma non è possibile.

Tutte le squadre vogliono fare risultato sempre. Il Taranto negli ultimi tempi ha fatto 3 pareggi ed una sconfitta prima della vittoria ad Andria. Erano partiti bene e sono una squadra da rispettare e spero che riusciremo a mettere il nostro ritmo sulla partita.

Noi proviamo in allenamento, poi la partita è un’altra cosa perché l’avversario ti mette in difficoltà.

Rizzo Pinna per me può giocare sia a centrocampo che esterno. È bravo, svelto e ci può dare una mano. Ho tanti attaccanti e mi dispiace che sono fuori. Vigolo anche ha qualità ma non ha avuto occasioni e spero si riescano a ritagliare spazi.

Siamo tanto stanchi dopo Bari e ieri ho annullato una seduta di allenamento che di solito facciamo. Oggi mi sembrano più svegli e spero lo siano anche domani.

Merola per me tecnicamente è molto bravo ma purtroppo non sfrutta questa bravura. Deve imparare ad attaccare gli spazi ma nella gestione degli spazi è tra i più bravi.

Nicoletti e Markic sono fuori, così come Di Grazia e ci vorrà del tempo, circa 10 giorni. Maselli e Di Pasquale invece sono a disposizione.

Il recupero di Nicoletti non è stato accelerato. Non si è fatto male allo stesso posto ma vicino. Aveva detto di non sentirsi benissimo e di poter spingere di più. Credo che il problema sia stato più sul fatto che il terreno di gioco dello Zaccheria contro il Monopoli fosse un po’ pesante. Però non si tratta di una ricaduta. Lui nella sua carriera ha già avuto qualche trauma e forse è un po’ più delicato di altri”.